Notizie

L'OIM fornisce assistenza post-Covid19 sotto forma di sovvenzioni "Mini Grant”

A seguito alle conseguenze devastanti dovute alla pandemia di Covi19 che ha colpito le piccole e micro imprese nelle regioni più marginalizzate del Sud-Est e del Nord-Ovest della Tunisia, in particolare quelle incluse nel progetto Mobi-TRE nella sua componente "Hajti Bik", allo scopo di prevenire un impatto che potrebbe fratturare ulteriormente le opportunità di lavoro create dall'intervento del programma nelle aree più svantaggiate, grazie al sostegno finanziario dell'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS Tunisi), l'OIM ha predisposto un aiuto sotto forma di assistenza post-Covid a beneficio di 20 imprenditori/imprenditrici.

Questi ultimi hanno beneficiato del sostegno dell'OIM attraverso la loro selezione da parte del comitato di selezione del programma, al fine di garantire la continuità e la stabilità delle loro attività e di sostenere la creazione di opportunità di lavoro in queste regioni.  

 Al fine di garantire un processo di selezione rigoroso, i criteri di selezione sono stati stabiliti dal team del progetto e dai membri del comitato, composto da:

- Centro di promozione delle esportazioni CEPEX ;

- Ufficio nazionale dell'artigianato tunisino ONAT ;

- Ufficio dei Tunisini all’Estero OTE ;

- Agenzia nazionale per l'occupazione e il lavoro indipendente ANETI ;

- Ministero dell'economia, delle finanze e del sostegno agli investimenti MEFAI.

Il comitato di selezione ha infine scelto 20 progetti - su 29 - che beneficeranno degli aiuti.

Tra i criteri di selezione ci sono la promozione dell'occupabilità, l'inclusione di genere e l’allineamento con gli obiettivi di sviluppo sostenibile. Come risultato dei lavori di selezione, che si sono tenuti il 19 maggio, il comitato ha identificato 20 progetti d’impresa, appartenenti a 13 donne e 7 uomini, che soddisfano i criteri prestabiliti.

Dei 20 progetti selezionati, 10 sono realizzati a Medenine, 4 a Jendouba, 3 a Kef e altri 3 a Tataouine.  Queste aziende sono attive nel settore dell'artigianato (5 progetti), dell'industria (8) e dei servizi (7). In seguito ai risultati delle selezioni, il team di progetto si è recato nel sud-est e nel nord-ovest della Tunisia per determinare i bisogni di finanziamento delle aziende beneficiarie.

In particolare, questa assistenza post-covida19 è stata istituita per fornire aiuti a progetti che non hanno concretizzato una partnership con investitori tunisini della diaspora in Italia.

Questo tipo di assistenza mira a sostenere 20 imprenditori/imprenditrici nelle loro attività per garantire la stabilità e la continuità delle loro imprese. Attraverso questa nuova forma di assistenza, l'OIM mira a promuovere l'occupabilità, che favorisce lo sviluppo delle regioni marginalizzate destinatarie del programma Mobi-TRE Hajti Bik, puntando al trasferimento di risorse e competenze.

LINEE DIRETTRICI

Il bando per la selezione di imprenditori e imprenditrici tunisini/e e di investitori della diaspora tunisina in Italia per l’imprenditoria in Tunisia.

Consultare il documento

CARTOGRAFIA DEI PROGETTI

L’OIM mette a vostra disposizione una cartografia dinamica che presenta tutti i progetti imprenditoriali.

Scoprire i progetti

UFFICIO OIM TUNISIA

La Tunisia è membro dell’OIM dal 1999. La missione dell’OIM in Tunisia è stata aperta nel 2001. L’OIM si basa sul principio che una migrazione ordinata e nel rispetto della dignità umana porti benefici sia ai migranti sia alla società.

Scopri di più

iDiaspora

è un centro mondiale di coinvolgimento e scambio di conoscenze per le comunità delle diaspore e per coloro che vogliono relazionarsi con esse. La piattaforma fornisce dati e analisi completi, regolarmente aggiornati, riguardo le comunità delle diaspore, i decisori politici, gli attori delle ONG. Presenta inoltre le attività ed i partenariati di successo con le diaspore.

Scopri di più

SEGUI HAJTI BIK